EPSON DSC picture
ARTOV_visite_1000
immagine_per_sito
stockvault-chemistry138427_crop2
DSC_0212crop4
vlcsnap-2014-09-25-19h30m32s252

La collaborazione di alcuni Istituti Cnr, Insean – Itabc – Ism, e alcune partnership attivate a livello nazionale, tra cui l’International council on monuments and sites – Consiglio nazionale italiano dei monumenti e dei siti, e internazionale tra cui l’Universitat de Vic – Universitat Central de Catalunya, hanno dato il via alla prima iniziativa ufficiale nell’ambito del progetto CHeLabS (Cultural Heritage Open Laboratory System).FOTO_CNR_NEWS_1 (1)

Il CHeLabS nasce come contributo al progetto premiale Cnr/MIUR SM@RTINFRA-SSHCH, con l’obiettivo di promuovere la ricerca e l’innovazione nella salvaguardia dei beni culturali, attraverso un modello di sistema territoriale inclusivo e partecipativo basato sui principi dell’Open Access e dello sharing. Il patrimonio culturale è al centro di questa visione, divenendo il luogo di una integrazione dinamica tra persone, esperienze e specializzazioni. Questo contesto multidisciplinare richiama ad un dialogo costante tra la pluralità delle conoscenze, così come ad una cultura d’insieme, portatrici di dinamiche che generano creatività e innovazione.

Nel panorama delle iniziative per l’anno europeo del patrimonio culturale – EYCH 2018, il progetto CHeLabS inaugura una piattaforma web aperta per iniziare a condividere conoscenze, esperienze e nuove idee, attraverso un sondaggio interattivo. La piattaforma web sarà accessibile ai partecipanti per l’intera durata dell’EYCH 2018 alla pagina http://chelabs.idasc.cnr.it.

L’invito a partecipare attivamente è rivolto a tutti, ai professionisti del patrimonio e ai cittadini, per analizzare i maggiori problemi di questo settore, ma anche per far emergere le capacità distintive del tessuto imprenditoriale e le potenzialità insite nel tessuto sociale dei territori. Nello specifico i professionisti del patrimonio sono invitati a identificare i bisogni di avanzamento della conoscenza e di sviluppo tecnologico, per capire le principali sfide nelle ricerche future; i cittadini sono coinvolti in un processo partecipativo per identificare il valore del patrimonio percepito dalla comunità e per generare nuove idee riguardo l’esperienza culturale negli spazi della cultura.

Il progetto partecipa all’obiettivo generale dell’EYCH 2018 ‘Contributo del patrimonio culturale alla società e all’economia’ attraverso specifici:

      • approcci al patrimonio culturale incentrati sulle persone, inclusivi, lungimiranti, più integrati, sostenibili e intersettoriali;
      • dibattito, ricerca, buone pratiche su qualità della conservazione e salvaguardia, riuso e potenziamento innovativi del patrimonio culturale, interventi contemporanei sull’ambiente storico;
      • ricerca e innovazione sul contributo del patrimonio culturale alla società e all’economia, dati e statistiche;
      • sviluppo di competenze specialistiche, loro gestione e trasferimento nel settore del patrimonio culturale;
      • ricerca e innovazione sul patrimonio culturale, diffusione e uso dei risultati.

Per informazioni:
Paola Calicchia
CNR – Istituto Nazionale per Studi ed Esperienze di Architettura Navale
Area della Ricerca Cnr Roma 2 Tor Vergata – Via Fosso del Cavaliere 100, 00133 Roma
paola.calicchia@cnr.it
06 45488035

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE - Area della Ricerca di Roma 2 - Tor Vergata Via del Fosso del Cavaliere, 100 - 00133 Roma